Esclusivo VIP tour guidato Harley-Davidson della Route 66

Parte da €4.484,88
Guidati Tour 17 Giorni / 16 Notti
Mappa del Tour
  • 2900.0 mi = 4640.0 km
  • Estate, Primavera, Autunno
  • 55.0 - 105.0°F = 12.8 - 40.6°C

Cosa potrebbe essere meglio che percorrere la Route 66 su una Harley-Davidson? Beh, che ne dite di iniziare il tour guidato sulla Route 66 con due notti a Milwaukee per visitare la sede centrale della Harley-Davidson e per godere di una esperienza VIP privata nel museo Harley-Davidson? È possibile fare questa esperienza per meno di cinquanta motociclisti all’anno ed è offerta solo da EagleRider come unico provider statunitense di noleggi e tour per Harley-Davidson. Trascorrerete due notti nell’incredibile Iron Horse Hotel accanto al museo, visiterete il minuscolo capanno dove Mr. Harley e i Davidson hanno costruito le loro prime motociclette; a conclusione del tutto ci sarà una Museum Experience unica nel suo genere. E se non bastasse, ci sarà ad attendervi l’incredibile viaggio lungo la Route 66, la strada principale d’America. La Route 66 è di per sé l’esperienza di una vita per la maggior parte dei motociclisti. Aggiungeteci un paio di giorni immersi nella storia, ma anche nel futuro, di Harley-Davidson, e avrete la ricetta perfetta per un’indimenticabile esperienza che vi farà invidiare da qualsiasi altro motociclista del pianeta.

Esclusivo VIP tour guidato Harley-Davidson della Route 66 - Itinerario di viaggio

Benvenuti a Milwaukee, il luogo di nascita di Harley-Davidson e una delle nostre città preferite, che si affaccia sui Grandi Laghi. Vi aiuteremo con il trasferimento dall’aeroporto all’Iron Horse Hotel nel centro di Milwaukee. Dopo che vi sarete sistemati, incontreremo il resto del gruppo per visitare l’azienda madre di Harley-Davidson e fare un po’ di shopping e poi cenare e passare una serata divertente in uno dei nostri ristoranti preferiti.
Faremo un’abbondante colazione all’Iron Horse per poi dirigerci alla sede centrale di Harley-Davidson dove ci accoglieranno alcuni dirigenti dell’azienda motociclistica. Avremo quindi l’opportunità di fare shopping nello store aziendale, esperienza solitamente riservata a partner e dipendenti. Questo è l’unico posto al mondo dove potrete acquistare una maglia con la scritta “Juneau, Wisconsin”, la strada in cui si trova la sede centrale. Sarete quasi certamente gli unici del vostro club motociclistico o addirittura della vostra stessa città ad avere una maglietta con una scritta tanto ambita. Successivamente ci dirigeremo al Museo della sede per una vera esperienza da VIP dietro le quinte. Ci sarà molto da vedere per cui sentitevi liberi di passarci tutto il tempo che desiderate. Ci vogliono solo dieci minuti di cammino per tornare all’hotel, dove la serata sarà impegnata con un raduno.
Oggi prendiamo le Harley per andare sulle rive del lago Michigan, all’inizio della Ruote 66 nel centro di Chicago. Incontreremo un altro gruppo di EagleRider, che percorrerà la Route 66 e che comincerà il tour da Chicago, per una serata di divertimenti in città. Magari ci vanteremo un po’ dei due giorni trascorsi come VIP a Milwaukee nella sede di Harley-Davidson! Domani cominceremo il nostro viaggio di quattordici giorni lungo la storica Route 66!
Cominceremo la giornata in modo tranquillo, per dare tempo al traffico di Chicago di diminuire prima di metterci in strada, e per permettere ai motociclisti di Chicago di ritirare le moto da EagleRider. Quando sarà tutto pronto, ci incontreremo per cominciare questo fantastico viaggio. Attraverseremo lo Stato dell’Illinois per poi dirigerci verso la costa del Pacifico. Da Chicago andremo verso sud lungo la Pontiac Trail, nome originario di questo pezzo di strada, passando per Joliet, visiteremo brevemente il Gemini Giant presso il Launching Pad Drive-In per poi fermarci al Museo di Pontiac sulla Route 66 e cominciare a preparare le ruote sulla Mother Road, la Strada Madre.
Oggi ci dirigiamo a St. Louis! Ci terremo soprattutto sul tratto a due corsie della Mother Road e attraverseremo campi di granturco e cittadine che rappresentano il cuore dell’America. Arriveremo a St. Louis sul Chain of Rocks Bridge, il ponte originario in cui la Route 66 attraversava il fiume Mississippi. Godetevi il viaggio verso il “Gateway to the West”, i cancelli verso l’ovest, nome con cui è conosciuta St. Louis. Questa fantastica città è situata sulle rive del potente fiume Mississippi ed è qui che potrete trovare alcune delle migliori costolette di maiale con salsa barbecue e musica live del Paese.
Oggi cercate di alzarvi presto per una passeggiata e godervi il panorama mattutino dell’Arco di St. Louis e del fiume Mississippi prima di rimetterci in viaggio. Lasceremo la città velocemente per godere delle colline del Missouri che rendono questa zona così bella e divertente da girare su due ruote. Ci fermeremo a Fanning per vedere la World’s Largest Rocking Chair, la sedia a dondolo più grande del mondo; percorreremo le tortuose strade di Devil’s Elbow! Ci fermeremo a Gay Parita’s, simbolo della Route 66. Questa sera soggiorneremo a Joplin, una città duramente colpita da un enorme tornado nel 2011. Gireremo per il piccolo centro con le persone del posto e ascolteremo racconti di cosa significasse trovarsi nell’occhio di un enorme tornado!
Oggi ci concentreremo sulla strada! Da Joplin ci dirigiamo ad ovest verso le dolci colline di quel paese equestre che è Oklahoma, attraversando Miami, Claremore e Catoosa, dove si trova la leggendaria Blue Whale, la balena blu, e ci fermeremo a pranzo in un piccolo ristorante di Tulsa. Attraverseremo anche le terre di diverse tribù di nativi americani. Nel 1830 tutto questo territorio, ritenuto inutile dal governo federale, fu messo da parte come “territorio indiano”, una conveniente discarica per quelle tribù che “bloccavano” gli insediamenti bianchi negli Stati del sud. Choctaw, Chickasaw, Seminole, Creek e Cherokee sono alcune delle tribù che compongono la maggior parte della popolazione dei nativi americani dello Stato. Ancora più a ovest attraverseremo El Reno, il ponte lungo quasi due km, vicino Bridgeport e all’ingresso di Oklahoma City, cuore e anima della Route 66.
Questa mattina viaggiamo lungo alcune dei tratti più antichi della Route 66 dell’Oklahoma. Una volta terra di grandi mandrie di bisonti, questo tratto della Route 66 attraversa alcuni dei più suggestivi sentieri che nel 1860 erano usati per portare i bestiami dal Texas ad Abilene, in Kansas. Percorreremo una parte della Chisholm Trail, che attraversa lo Yukon e El Reno, per fermarci al fantastico museo della Route 66 a Clinton. Dopo pranzo attraverseremo il confine per entrare nel Texas Panhandle (manico del Texas), la parte più a sud delle Great Plains, le Grandi Pianure. I cari amici della Big Texan Steakhouse passeranno a prendere il nostro gruppo in hotel con una flotta di vecchi van adornati con i corni dei Texas Longhorns sui cofani e ci porteranno a mangiare le migliori bistecche del Texas!
Oggi lasciamo il Texas per dirigerci verso “la terra incantata”, nome con cui è conosciuto il New Mexico, dopo aver visto il famoso Cadillac Ranch. E la città fantasma di Glen Rio, dove puoi trovarti con un piede in New Mexico e l’altro in Texas? Da lì entriamo nella terra degli indiani Comanche, dove a definire il paesaggio sono altopiani, montagne, cactus e pini in direzione High Plains, all’altezza di Santa Fe nel New Mexico centrale. Santa Fe è una delle città americane più belle e più antiche e dove ci fermeremo per le prossime due notti.
Questa giornata è a disposizione per riposarsi e assaporare il sapore tipico di questa città che ha quasi 400 anni. L’armonia tra culture qui si nota nello stile architettonico del sudovest, ricondotto in particolare a New Mexico, capitale dell’omonimo Stato. Avete la possibilità di andare in moto lungo la valle del fiume verso Taos, antica città dei nativi americani, farvi un giro in mongolfiera al tramonto o fingervi cowboy per un giorno, in sella a un cavallo lungo una montagna o lungo il sentiero di un canyon. Santa Fe offre questo e molto di più.
Stamattina ci dirigiamo a sud, verso Albuquerque, città più popolosa del New Mexico con un terzo dei suoi abitanti. Albuquerque si estende nel cuore del New Mexico, dove le strade principali di est e ovest e le ferrovie attraversano sia il Rio Grande che la Old Road a sud del Messico. Dopo aver attraversato il Rio Grande, ci dirigiamo a ovest, in aperta campagna con le sfumature tipiche delle lande selvagge dei Navajo. Costeggeremo altopiani fino a entrare a Laguna. Di seguito attraverseremo Grants e costeggeremo il Cibola National Forest verso la famosa città di Gallup, antica città ferroviaria e fortezza dei nativi americani. Godetevi la permanenza notturna con un mucchio di altri motociclisti provenienti da tutto il mondo a uno dei tanti hotel per biker di Gallup.
Oggi è un altro giorno impegnativo, con panorami mozzafiato e simboliche fermate lungo la Route 66. Attraverseremo il confine per entrare in Arizona e andare verso il Petrified Forest National Park, una foresta fossilizzata preistorica di alberi giganti venuta alla luce con l’erosione. Avrete modo di esplorare questo bellissimo paesaggio e perdervi nell’immensità che caratterizza questa zona. Dopo il parco nazionale, ci dirigiamo a ovest verso il Wigwam Hotel di Holbrook e faremo una sosta nel Standin’ on the Corner Park di Winslow. La maggior parte dei gruppi pernottano a Flagstaff o Williams, Arizona ma noi proseguiremo per pernottare ad appena un km dal versante sud del Grand Canyon! Oggi sorseggerete un drink al tramonto godendovi il suo spettacolo sul versante sud del Grand Canyon. Il sogno si avvera!
Per chi vuole una vera panoramica del Grand Canyon, è importante che ce lo comunichiate e organizzeremo un giro in elicottero in mattinata nel cuore del versante sud. In seguito, avremo tutto il tempo di percorrere il versante e fermarci per far foto. Dopo il Grand Canyon, riprenderemo la Route 66 a Williams, in Arizona, per poi fermarci a Seligman, Peach Springs e Hackberry.
Oggi faremo una piccola deviazione per godere degli incredibili suoni e panorami di Las Vegas. Prima però attraversiamo la città fantasma di Oatman e il famoso Hoover Dam. Una cosa è certa, potrete anche stare a Las Vegas per poco tempo ma sicuramente vi divertirete! Cercate di dormire perché ci immetteremo nella Route 66 domani esattamente da dove l’avevamo lasciata.
Oggi attraversiamo il confine per entrare nell’ultimo Stato sulla Route 66, la California! Sicuramente questo non sarà un giorno come gli altri. Attraverseremo il deserto del Mojave che offre alcuni dei più emozionanti paesaggi della California del Sud. Potete immaginare cosa devono aver provato i primi motociclisti che percorrevano questo tratto della Route 66, un deserto immenso cosparso di Joshua Trees, cactus, rocce vulcaniche e sabbia! Oggi festeggiamo la nostra ultima notte sulla Strada Madre.
Oggi ci dirigiamo verso la nostra ultima destinazione, la fine della strada sul molo di Santa Monica! Per arrivare, però, dobbiamo prima percorrere le 66 miglia della statale Angeles Crest, attraversando il terreno montuoso della foresta nazionale di Angeles. Questa strada è considerata una delle migliori da percorrere in motocicletta nel sud della California e arriva a toccare i 2300 metri. Scenderemo verso il bacino di Los Angeles diretti verso l’oceano pacifico. I motociclisti hanno sempre emozioni contrastanti davanti al cartello “end of trail”, fine del sentiero, sul molo di Santa Monica. Da una parte c’è la gioia e euforia di aver completato un viaggio che i più sognano soltanto, dall’altra un senso di tristezza per la fine dello stesso. Questa sera festeggiamo le miglia percorse e le amicizie fatte durante la nostra festa d’addio!
Il nostro emozionante viaggio termina a Los Angeles. Non dimenticate di comunicarci se volete trascorrere una o due notti in più in LA per visitare la città. Possiamo anche stabilire uno sconto per il noleggio della motocicletta! Ci vediamo l’anno prossimo! EagleRider
2 Commenti degli Utenti Aggiungi commento
Quentin Milton October 12, 2019 05:56 am
VIP route 66 September tour

We had a blast on this tour, our guide and van driver where fantastic and really helped bring the group together, even with language barriers. We all are friends for life now. The bikes where fantastic.all late model low mileage. The hotels where all clean and very nice. The weather was fantastic mid 90's every day. The VIP tour is the way to go as the museum and head office tours are a must for any Harley fan. Once again our guide Stefano and van driver Jud, went out of their ways to make this the most enjoyable trip possible. I highly recommend this trip.
Cheers and thank you Eaglerider for a lifetime of memories and new friends.
Aussie Aussie Aussie, oi oi oi.

0
Mark Collins October 12, 2019 01:55 am
Route 66 2019

Done the Route 66 VIP Tour in September and had an absolute blast! Quality accommodation at every stay and the whole tour was incredibly well organized.
Our support van driver, Judd Rose, was very professional, always helpful and a pleasure to have with our group,
Stefano Trampetti, our Tour Guide, was amazing with his knowledge, professionalism and easy-going manner that ensured our whole trip was totally enjoyable and the ultimate tour/holiday experience - what a great ambassador for Eagle Rider.
I would highly recommend Eagle Reader for anyone consider a HD Tour/Holiday and look forward to returning for another adventure!
Cheers,
Mark Collins

0
Loading...