Tour EasyRider (dal Film)

Guidati Tour 15 Giorni / 14 Notti
Mappa del Tour
  • 2589.0 mi = 4142.4 km
  • Estate, Primavera, Autunno
  • 55.0 - 105.0°F = 12.8 - 40.6°C

Nella storia cinematografica nessun film ha avuto un impatto così profondo nel mondo del motociclismo come il famoso “EasyRider”. Quando venne proiettato per la prima volta nel 1969, EasyRider fu il primo film a svelare a tutto il mondo l’essenza di un viaggio in moto in tutta libertà, in America. Dal 1969 non è esistito uomo al mondo che non abbia voluto essere “Billy” o “Wyatt”, guidando lungo le immense strade americane a bordo di una “Captain America,” anche solo per un giorno o due. Quarantré anni dopo l’uscita del film, “EasyRider” è ancora considerata la quint'essenza delle pellicole motociclistiche e continua a tenere vivo il sogno di un’esperienza di libertà su due ruote lungo le strade aperte degli Stati Uniti. EagleRider Motorcycle Rental and Tours è orgogliosa di aver ottenuto l’esclusiva per proporre ai nostri motociclisti l’opportunità di ripercorrere l’esatto itinerario di EasyRider, per un viaggio unico. Il nostro staff ha lavorato in collaborazione con Sony Pictures e con alcuni esperti del film, come Alan “Mr Zipp” Dunn, per disegnare un tour autentico, seguendo l’esatto percorso fatto da “Billy” e “Wyatt” durante le riprese del film. Dalle Highways della California meridionale alle inesorabili profondità della Death Valley; dalla storica Route 66 fino alla città del jazz e del blues, New Orleans: il Tour con Guida EasyRider vi fa rivivere il sogno di un viaggio sempre atteso e desiderato. Le nostre guide esperte non solo vi condurranno su strade che ricorderete per sempre, ma vi sveleranno anche i retroscena del film, le storie più misteriose che ci sono state narrate dal regista del film, prima della sua morte, per vedere insieme le vere location del film. Una volta terminato il tour, potrete dire di essere dei veri…Easy Rider!

Tour EasyRider (dal Film) Itinerario di viaggio

Benvenuti a Los Angeles, la Città degli Angeli. Trascorrete il primo pomeriggio rilassante in piscina godendovi le meravigliose visuali della città di Los Angeles, prima di incontrare i vostri compagni di viaggio alle 17.00. Berremo un cocktail tutti insieme per poi dirigerci nel nostro locale preferito per mangiare qualcosa sorseggiando alcuni cocktail. Non c’è modo migliore che cenare insieme per conoscere le persone con le quali si condividerà la strada per le due settimane successive. Wyatt e Billy non avrebbero fatto diversamente! Domani si parte per l’avventura.
Oggi bruciamo moltissimi km., ma non ce ne accorgeremo pensando a cosa ci aspetta. Dopo aver preso le moto nella location EagleRider di Los Angeles, percorriamo 3 km circa in direzione dell’aeroporto di Los Angeles, dove venne filmato il primo leggendario scambio di droga che finanziò il famoso viaggio. Da qui puntiamo verso Nord, in direzione della vasta, immensa e fatale Death Valley. I deserti e le vallate della California nascondono molti dei segreti di EasyRider e li scopriremo uno ad uno. Questo è il tratto di strada da dove sono partiti Billy e Wyatt, e ci sono numerose storie da raccontare con vari edifici che sono rimasti intatti ed uguali come all’epoca del film, 40 anni fa. Stanotte mangiamo intorno ad un falò e, bevendo qualche drink insieme, vi raccontiamo altri aneddoti, per poi suonare la chitarra sotto una coperta di stelle brillanti come non le avete mai viste prima d’ora. Non c’è niente di più stupefacente di una notte nella Death Valley.
Di prima mattina, quando l’aria nella Death Valley è ancora fresca riprendiamo le nostre moto verso la città di Barstow, famosa località della Route 66, esattamente come Billy e Wyatt. Per quelli che vogliono immergersi totalmente nell’esperienza EasyRider, ci fermeremo lungo un solitario lembo di terra di fronte ad un familiare edificio fuori da Ballarat, California, per poter ammirare un ultimo bel panorama prima di lasciare l’ovest, in una nuvola di polvere sulla strada che ci porta verso il Mojave Desert. Tra la Death Valley e Barstow si trova infatti una vasta area del Mojave Desert – uno dei luoghi più solitari del pianeta - costellato da rovine di piccole città che hanno cavalcato l’onda del successo durante l’epopea della Route 66, con la famosa migrazione ad Ovest della Dust Bowl. Questa sera festeggiamo l’icona della Route 66: il famosissimo “Bagdad Cafè”!
Questa mattina lasciamo alle nostre spalle Needles, solcando l’enorme Colorado River lungo la Route 66. Vedremo il famoso ponte attraversato dai protagonisti del film e successivamente visiteremo una città dell’ovest americano, Oatman, in Arizona. Qui i fantasmi dei minatori del passato e i cunicoli selvaggi delle miniere sono ancora presenze magnetiche. Successivamente vedremo altre location del film, battendo le strade, attraverso gli alberi delle Sacred Mountains, dove Billy e Wyatt non vennero accettati per pernottare in una stanza, nelle prime scene del film. Il Pine Breeze Inn, reso famoso proprio grazie ad EasyRider, è aperto ancora oggi e ci fermiamo per farci raccontare altre storie ed ammirare splendide foto prima di arrivare a Flagstaff. Il neon “No Vacancy” che il proprietario del Pine Breeze Inn accese quando vide Billy e Wyatt, si trova oggi in un piccolo bar lungo la strada, dove ci fermiamo a bere qualcosa. Al quinto giorno ripercorreremo molti momenti del film ed ammireremo posti fantastici; assicuratevi perciò di portare con voi la vostra macchina fotografica, ripulire le vostre scarpe dalla polvere e rinfrescatevi il viso con acqua fresca prima di partire alla volta di Flagstaff.
Da Flagstaff ci dirigiamo a nord, attraverso le terre degli Indiani Paiute, dove grandi spazi all’aperto permettono di guidare lungo distese molto affascinanti. Attraverso il Waputki National Monument ammireremo le rovine Indiane dove Billy e Wyatt si fermarono per riposare; visiteremo anche la famosa location di Sacred Mountain dove venne girata la celebre scena della stazione di rifornimento. Dopo poche ore ci troveremo invece a guidare attraverso le meravigliose e immense rocce di arenaria della Monument Valley. EagleRider ha da anni stabilito uno stretto rapporto con la Tribù dei Navajo: verremo guidati in un tour privato nel cuore del Monument Valley Tribal Park insieme a guide locali Navajo. Ci rilasseremo poi intorno ad un bel falò, ballando ed ascoltando la mistica musica Navajo, gustando i tradizionali “Navajo Tacos” all’ombra delle immense rocce al tramonto. Questo è un luogo mistico e lo spirito di Billy e Wyatt non è mai stato così vivo.
Il tour Easy Rider continua seguendo Billy e Wyatt attraverso uno dei più affascinanti percorsi del Sud-Ovest, il Four Corners, un luogo che tutti gli appassionati di moto sognano di vedere. Potreste sembrare un po’ ridicoli calpestando i confini del Colorado e del New Mexico mentre le vostre mani si troveranno allo stesso momento tra lo Utah e l’Arizona. Senza dubbio una foto unica da mostrare a parenti ed amici al vostro ritorno a casa! Più tardi proseguiremo lungo il percorso di EasyRider fino alla tranquilla città di Farmington, nota per le sue viste mozzafiato e gli antichi saloon tipici dell’ “Old West”.
Oggi e' un giorno libero, potete riposare e godervi il distinto sapore di questa citta' del selvaggio West. Forse potete fare un giro sulla Million Dollar Highway, godervi un giro in Mongolfiera, oppure giocare a fare i Cowboys per un giorno a cavallo in montagna o su un sentiero del canyon.
La strada da Durango a Taos è semplicemente epica. Lo scenario è meraviglioso e vi sembrerà d’essere in una scena del film EasyRider. Taos è una città di montagna del New Mexico ricca di storia e cultura dei Nativi d’America; numerosi sono i luoghi in cui sono state effettuate alcune memorabili riprese del film: dalle scene della comunità hippy a quelle della prigione. Tutti questi momenti sono stati ambientati nel cuore della città di Taos, che visiteremo in questa giornata eccezionale.
Ancora più bello è il tratto di strada che ci conduce da Taos ad Amarillo. La nostra prima sosta è la città di Las Vegas, nel New Mexico. Il momento dell’uscita dalla prigione di Billy e Wyatt è stato girato qui e non potevamo perderci una visita in questo luogo storico per chi ha amato il film EasyRider. Questo è uno dei nostri posti preferiti per far foto e di solito riusciamo a incontrare la gente locale presente al momento delle riprese, che ci narra affascinanti storie dei motociclisti hippy che transitavano qui negli anni ‘60. Se ricordate, questa è la scena in cui il personaggio interpretato da Jack Nicholson, “George,” prende la sua prima bevanda alcolica della giornata dicendo: “Nic Nic Nic...Fut Fut Fut…Indiani!” Questa sera, arrivando ad Amarillo, assicuratevi di prendere un ottimo Jim Beam e un toast al vecchio DH Lawrence. Se siete così pazzi e scatenati come la crew del film, potreste anche decidere di dormire all’aperto, in tenda. Il nostro ultimo momento della giornata in New Mexico è una visita fuori dalla città di Coyote dove venne girata la sequenza “Se vuoi diventare un Uccello”. Stanotte dormiremo nel nostro hotel preferito di Amarillo, Texas: l’hotel Ambassador. I nostri amici della Big Texan Steakhouse ci verranno a prendere in hotel con una flotta di Cadillac molto “vintage” e cucineranno le più grandi e più succulente bistecche del Texas!
L’unico momento in cui avremo difficoltà a percorrere l’esatto itinerario EasyRider è la tratta dal New Mexico alla Louisiana. La storia dice che il cast e la crew si divisero prendendo strade diverse attraverso gli stati del Texas e dell’ Oklahoma per arrivare in Louisiana, dove vennero poi girate le scene finali. Secondo alcuni racconti, questa scelta venne presa per poter dare alla crew ed al cast la possibilità di riposarsi dallo stile di regia tirannico di Dennis Hopper. Un membro della crew abbandonò il film a metà riprese per colpa dell’aggressività e dell’avventatezza del regista, tanto da ritenere opportuno lasciare andare la crew in autonomia verso New Orleans. Il nostro tour ci conduce attraverso il cuore del “Texas Panhandle” - la parte più settentrionale dello stato - e nella città storica di Abilene, una località autentica, di piccole dimensioni, che vi metterà la voglia di avere più tempo per poterla visitare.
Continuando il nostro percorso verso New Orleans, non abbiamo avuto alcun dubbio nell’includere una notte nella nostra città preferita del Texas, Austin, capitale mondiale della musica. Il nostro hotel è nel cuore della Sixth Street, nel quartiere musicale e permette di camminare di bar in bar tutta la notte, ascoltando la migliore musica dal vivo dello stato. Se amate la musica non vorrete mettervi subito in viaggio la mattina dopo, ma se non siete grandi fan musicali non vi preoccupate, ci aspetta una grande giornata in moto. La leggenda dice che Peter Fonda abbia dormito un paio di notti nella Sixth Street di Austin mentre si dirigeva verso New Orleans e abbia fatto chiusura in due bar: si tratta quasi di un record considerando che molti dei bar sulla Sixth rimanevano aperti 24 ore su 24 durante gli anni 60!
Alcune delle scene più famose e memorabili di EasyRider vennero girate nel Sud della Louisiana; oggi iniziamo il nostro percorso verso est lasciando il Texas, per dirigerci verso il profondo Sud. Ci aspetta un percorso lungo ma ci sembrerà di volare sapendo quello che ci attende. Infatti arriviamo finalmente in Louisiana che, con tutto il suo fascino, le sue paludi e i suoi locali, sembrerà una terra straniera se paragonata ai luoghi che abbiamo visto fino ad ora. Fuori New Orleans, Lake Charles è una delle migliori città della Louisiana. Beviamo qualche bevanda tipica locale e viviamo l’esperienza del chiaro di luna se toccati dagli “spiriti delle paludi”. Lake Charles diventa ancora più viva di notte e ci da l’opportunità di assaporare quello che ci aspetterà seguendo le orme di Billy e Wyatt verso New Orleans.
Una delle ragioni per le quali EasyRider è diventato così famoso entrando a far parte dei film più classici, è legata all’ultima scena che lascia inevitabilmente senza parole: Billy e Wyatt vengono infatti uccisi a colpi di pistola da alcuni locali. Quella scena venne girata in una vera via, appena fuori da Krotz Springs, Louisiana. Oggi percorriamo quella stessa strada e ci fermiamo nell’esatto punto in cui vennero girate le scene conclusive di EasyRider, per vedere da vicino e ricordare l’impatto molto profondo che questo film ha avuto nella vita di tutti gli appassionati motociclisti. Non avreste mai immaginato che due personaggi fittizi di un film potessero apparire così reali come in questo luogo. Immergetevi in quest’esperienza. Concludiamo la giornata con un rapido percorso che ci conduce a New Orleans. Esatto, New Orleans, dobbiamo aggiungere altro?
Come potete immaginare, New Orleans è diventata una vera Mecca per gli appassionati di moto dopo la “prima” di EasyRider nel 1969. La scena del bordello e del cimitero furono il perfetto matrimonio tra la cultura hippy e l’emergente cultura dei biker di fine anni ’60. Billy e Wyatt hanno vissuto la loro vita alla ricerca della libertà e New Orleans è stata lo scenario perfetto per la conclusione di questo film, con alcune scene leggendarie. La nostra esperienza in questa città non sarà forse psichedelica come lo è stata nel caso dei personaggi di EasyRider, ma sarà comunque memorabile. Vedremo i luoghi tipici di New Orleans visitando le strade ed i locali dove sono stati girati gli ultimi attimi del film. New Orleans è come un organismo vivente e vi entrerà nel cuore, ora dopo ora. Non ci vorrà molto tempo nel Quartiere Francese per capire i motivi per i quali New Orleans ha svolto un ruolo fondamentale per il film. Oggi mangeremo aragoste, gumbo e ci divertiremo con una festa epica, per ricordare questi giorni trascorsi insieme. Brinderemo a Billy, Wyatt, George e,ovviamente, all’uomo che ha permesso tutto questo, Dennis Hopper.
Congratulazioni: avete vissuto un sogno che molti fan del film EasyRider non realizzeranno mai. Cos’altro vi aspetta? La Route 66? Il Wild West? Sturgis? Il tour dal Canada allo Yellowstone? E’ solo questione di tempo: presto torneremo a guidare lungo le strade del Nord America insieme. Ricordatevi di farci sapere se volete rimanere ancora alcuni giorni a New Orleans: saremo felici di potervi aiutare. A presto, con EagleRider!
2 Commenti degli Utenti Aggiungi commento
philip sampson July 18, 2019 11:43 am
Easy Rider Tour

I did the tour in September 2015, with Alan Dunn the tour guide, Tim Matlock as the back-up / van driver.
The trip was awesome, from the time I was picked up / introduced to the above named personnel the night before, then in the morning was drove to the bike pick-up at the L.A. Harley centre "Eagle Rider centre" we were given a free motorcycle jacket, our name was on the bikes we had chosen, we had a bike introductory from the hire team, then set off.
The things I seen on the trip where out of this world, I will never forget the friends I made and sights I seen, I would like to think that I made friends for life.
If you have not watched the Film Easy Rider, it will help with the film locations, the first day is the hardest, but you soon get into a rhythm and it is great. Hotels were very good, and a nice breakfast every morning.
Safety is important to all riders, so every morning we where told what to expect / look out for.
The midway break was great, as i'm not American it was nice to see a town and how different it was from my town in England.
The trip came to a end in New Orleans, once again it was nice to have a look around under my own steam so to speak.
I have to say if you are thinking about this trip do it, I did and still talk about it as though it was only yesterday.
I watched the film Easy Rider 13/07/2019 yet again just to remind me of the places we visited, and thought been their seen that :-)
I rode "Captain America" through Flagstaff, you have to be careful as people stop and stare at you while taking photos, they hold the car steering wheel with there Knee :-) and point at you. It was awesome.

0
Harry Erven February 2, 2016 01:31 pm
Trip of a lifetime !

We had an absolutely fantastic time on our Eaglerider "Easy Rider" tour from LA to New Orleans, from 5 Aug to 18 Aug 2015. This was a special occasion for us (my 60th birthday), and we had booked the tour well in advance from Australia.

The check in process at Eaglerider LA was very easy and stress free, and in no time at all we were on our bikes for the ride to NoLA !

A special bonus on the trip was having a replica "Captain America" chopper in the trailer, for anyone on the tour to ride. My ride on "The Captain" through Death Valley was probably the most memorable day of my life. I had been looking at my poster of Easy Rider hanging in the shed for more years than I care to remember.

The whole trip through 8 states was fantastic. We were only a small group (eight of us), so it allowed for tailoring of the tour to suit us (ie visiting Harley shops). Eaglerider even had fantastic summer weather put on for us.

Special thanks to our tour leader Jeremy, and our van driver Chris, who both did remarkable jobs, making sure we were having the best time of our lives, whilst always ensuring our safety on the road.

I have the highest regard for Eaglerider Tours, and would absolutely recommend anyone thinking of touring with them.

+1
Loading...