Route 66 - Tour in moto accompagnati

Guidati Tour 15 Giorni / 14 Notti
Mappa del Tour

Questo tour famoso in tutto il mondo attraversa l’originale Route 66, conosciuta come la Strada principale d’America o la Strada Madre. La Route 66 si snoda per circa 3000 km attraversando 3 distinti fusi orari in 8 Stati: Illinois, Missouri, Kansas, Oklahoma, Texas, New Mexico, Arizona e California. La Route 66 è stata il tragitto dei migranti, dei sognatori, dei desperados e di una intera generazione di turisti alla ricerca delle strade dell’Ovest. Gli anni ’50 del 1900 hanno rappresentato un periodo di gloria per la Route 66, in quanto migliaia di auto si mettevano una dietro l’altra per poter vivere l’esperienza di questo viaggio unico verso la frontiera occidentale. Hotel, motel, stazioni di servizio e ristoranti classici sono ubicati lungo il percorso e invitano tutti a “Get Their Kicks on Route 66.” La celebre e iconica Route 66 è la strada dei sogni per qualsiasi tour in moto

Itinerario di viaggio

Arrivo all'aeroporto Internazionale di Chicago e farete un transfer in Hotel, in proprio. A Chicago siete nella piu' grande ed eccitante citta' della zona dei Grandi Laghi. Chicago ha una linea grattacieli formidabile, una gamma di musei di alto livello, ristoranti e barretti, e numerosissimi night club pieni di musica Jazz e Blues tipici. Questa sera gusterete una cena del benvenuto eccezionale con celebrazioni insieme ai vostri compagni di viaggio ed una notte di lusso in uno dei piu eleganti Hotel di Chicago per preparvi all'inizio dell'avventura sulla route 66.
In mattinata prenderete la moto e siete di partenza per il grandioso viaggio sulla strada leggendaria Americana piu' famosa, la Route 66, iniziando proprio dalla sede della EagleRider, attraversando lo stato dell' Illinois prima di diregervi verso la Costa del Pacifico. Da Chicago vi dirigete verso Sud accostando la Pontiac Trail, il nome originale per questo tratto di strada, attraversando Joliet, visitando il Launching Pad Giant, facendo pausa nel fantastico Museo RT66 a Pontiac e iniziando a sentire le ruote in strada.
Oggi ci dirigiamo verso St. Louis ! Guideremo principalmente sulla strada madre a due corsie, attraversando campi di mais e piccole citta' che rappresentano il cuore dell'America. Arriveremo a St. Louis tra le catene del Ponte Rocks, il ponte originale che attraversa il fiume Mississippi. Godetevi il corto tragitto di oggi mentre ci dirigiamo verso la " Porta dell'Ovest", St. Louis. Questa fantastica citta' e' ubicata sulle coste del potente Mississippi e da' i natali alla miglior musica d'artista e alle migliori costelette al barbeque nella nazione.
Fate in modo di svegliarvi presto e passeggiate un po' per la citta' e godetevi un vista di prima mattina dell'arco di St. Louis e del fiume Mississippi prima che ci mettiamo in strada. Lasciamo la citta' in un batterd'occhio vedendola dai retrovisori pronti a gustarci le morbide colline che sono tipiche di questa zona bellissima da fare in moto. Faremo stop a Fanning per vedere la Sedia a Dondolo piu' grande del Mondo, per poi andare via con il vento sui tornanti di Devil's Elbow! Ci fermeremo per incontrare Gary al Gay's Paritas anch'egli un' icone della route 66.
La giornata di oggi e' dedicata tutta per la moto! Da Joplin ci dirigiamo verso Ovest attraversando le morbide colline e la zona equestre dell'Oklahoma, Attraversando le citta' di Miami, Claremore, e Catoosa, dove risiede la famosa Balena Blue, e ci fermiamo per cena in un'osteria Tulsa. Attreverseremo anche vari territori di vari tribu' indiane. Nel 1830 il governo seleziono' tutti questi territori per darli ai Nativi Americani che erano di scomodo nel territorio meridionale. Le tribu' che ancora sono presenti nel territorio dello stato sono quelle dei Choctaw, Chickasaw, Seminole, Creek, a Cherokee. Piu' ad occidente si viaggia sul El Reno su un ponte lungo 1 miglio ( 1600m), vicino a Bridgeport e Oklahoma City, il cuore e l'anima della Route 66.
Questa mattina viaggiamo sulle piu' vecchie strade dell'Oklahoma Route 66. Una volta queste terre erano la zona delle mandrie di Bufali e tutta la regione attraversa un territorio che era attorno al 1860 usato per la transumanza di bestiame dal Texas fino al terminale ferroviario di Bilene in Kansas. Guideremo accanto ad una sezione della Chrisholm Trail che e' tra lo Yukon ed El Reno, e faremo stop al fantastico museo della Route 66 a Clinton. Dopo pranzo atrraversiamo la frontiera con il Texas Panhandle, la parte piu' meridionale della zona Great Plains. I nostri amici della " Big Texan Steakhouse " ci verranno a prendere con una flotta di antiche Caddies adornate con le Lunghecorne Texane messe sul cofano per poi portarci a gustare le piu' buone bistecche del Texas!
Oggi lasciate il Texas e vi dirigete nella " Terra Incantata" del New Mexico- dopo aver attarversato il famoso Cadillac Ranch. Che ne dite della citta' fantasma di Glen Rio, dove potete avere un piede nel New Mexico e l'altro nel Texas? Da li poi entriamo nel territorio degli indiani Comanche, dove i mesas, montagne, cactus e pini decorano il paesaggio snodandosi verso gli Alti Piani e le altitudini di Santa Fe nel New Mexico centrale. Santa Fe e' una delle citta' piu' antiche e piu' belle d'America, e qui ci fermeremo per due giorni.
Oggi e' una giornata libera per riposare e gustarvi il sapore distinto di questa citta' di 400 anni. La capitale del New Mexico e' un misto di cultura che e' tipico della regione del South West. Forse potete fare un giro giu' per la vallata accostati dal fiume verso la citta' indiana di Taos, fare un giro su una mongolfiera, o fare un giro a cavallo come un cowboy sul sentiero del Canyon. Santa Fe vi puo' offrire questo e di piu'.
Oggi ci dirigiamo a Sud, giu' verso Albuquerque, la citta' piu' grande del New Mexico che conta il terzo della popolazione totale dello Stato ubicata nella zona centrale dove le piu' importanti strade dell"Est- Ovest e ferrovie attraversano il Rio Grande e la vecchia strada per il Messico. Attraversate il Rio Grande e poi verso Ovest negli spazi aperti e i colori del paesaggio selvaggio del Navajo. Accostate le mesas e i bluffs giu' verso la Laguna. Un po' piu' avanti attraverso la Foresta Nazionale di Cibola e Grants verso la famosa citta' della Route 66 di Gallup.- un'antica citta' indiana e antico nodo ferroviario. Godetivi la vostra permanenza in uno dei piu' cordiali Hotel motociclistici di Gallup.
Oggi e' un altro giorno fantastico, ricco di scenari spettacolori e di stop iconici della Route 66. Attraversiamo la frontiera dell'Arizona ci dirigiamo verso il Parco Nazionale della Foresta Pietrificata, una foresta di giganteschi alberi preistorici fossilizzati che si e' scoperta grazie ad erosioni. Qui avrete tutto il tempo per esplorare questo paesaggio mozzafiato e potervi momentaneamente perdere nella vastitudine della zona. Lasciando la foresta pietrificata ci dirigiamo verso Ovest fino al Wigwam Hotel di Holbrook, per fermarci all'angolo di Winslow! Mentre la maggior parte dei gruppi si fermano a Flagstaff or a Williams, Arizona, noi guideremo fino alla fiancata meridionale del Grand Canyon dove pernotteremo! Questa notte vi godrete lo spettacolo di un tramonto sul Grand Canyon seduti godendovi una bevanda fresca. Il sogno sti sta avverando!
Per coloro che vogliono godersi una vista area del Grand Canyon ce lo facciano sapere in anticipo cosi' possiamo organizzare un giro in elicottero sorvolando la costata meridionale del canyon. Piu' tardi avremo anche molte occasioni di fermarci nei posti piu' scenici per fare foto mentre costeggiamo la parte meridionale del canyon. Lascieremo il Grand Canyon e ci dirigiamo verso la Route 66 a Williams, Arizona prima di fermarci da capo a Seligman, Peach Springs, e Hackberry.
Oggi faremo un tragitto corto per prendere una deviazione che ci portera' verso le incredibili luci e suoni di Las Vegas...ma prima passeremo per la vecchia citta' fantasma del vecchio West di Oatman, per poi soggiornare nella famosa diga di Hoover! Una cosa e' certa che il vostro viaggio a Las Vegas sara' eccezionale anche se corto! Cercate di dormire un bel po' perche', domani, riprenderemo la Route 66 esattamente dove l'abbiamo lasciata ieri.
Oggi attraversiamo la frontiera del nostro ultimo Stato sulla Route 66- la California! Oggi e' di sicuro uno dei giorni non come altri mentre attraversiamo il deserto del Mojave che offre uno dei piu' scenici paesaggi della California del Sud. Potete immaginare quello che poteva essere nel passato attraversare questa parte della Route 66 nel deserto, macchiato da alberi Joshua, cactus, rocce vulcaniche e sabbia.! Questa sera festeggeremo il nostro ultimo giorno sulla Route 66.
Oggi ci dirigiamo verso la fine della nostra destinazione- alla fine della strada sul molo di Santa Monica! Pero' prima che arriviamo dobbiamo guidare le 66 Miglie ( 105km) sull'autostrada Angeles Crest ataarversando le montagne della Foresta Nazionale di Angeles. Quest'autostrada e' una delle migliori strade motociclistiche della California del Sud innalzandosi circa 2300 metri d'altitudine. Dopo di che discendiamo giu' la Cresta verso il bacino di Los Angeles muovendoci verso l'Oceano Pacifico. I motociclisti sono sempre emozionati quando si trovano davanti alla fine della strada davanti al molo di Santa Monica. C'e' sempre un senso di gioia e soddisfazione quando si completa il viaggio che molti sognano di fare, ed un senso di tristezza al pensiero che il viaggio sia finito. Questa sera festeggiamo le miglia fatte insieme ai nostri nuovi compagni di viaggio con una cena d' Arrivederci!.
Oggi il vostro viaggio fantastico si conclude a Los Angeles. Gentilmente fateci sapere se avete bisogno di un'altra notte o due per visitare la citta'. Possiamo anche negoziare un nuovo motonoleggio con sconto! Arrivederci a l'anno prossimo! EagleRider.
31 Commenti degli Utenti (Visualizza Tutto) Aggiungi commento
Rick Lambe` September 29, 2016 09:09 pm

Route 66 - September 2016

Thank you Richard and Wendy - tour guides extraordinaire! What an awesome 2 weeks. With a thorough briefing at the start of each day and updates as we stopped along the way, we always knew what was going on. Richard is an exceptional rider … and an even better guide! His ability to keep our group together, with varying riding abilities among the riders, is legendary. Wendy was always there with cold water (to drink and get sprayed down with), a friendly smile, a supporting conversation, and cold beer at the end of the day. The little things Wendy constantly did for us made such a big difference to our experience.

Richard’s knowledge of Route 66 – the road and many of its characters – is exceptional. He also had some great ideas for group and individual photos at quite a few of the stops, and they’ve provided memories we’ll cherish forever.

The ‘back of house’ staff at Eagle Rider were also really helpful … and patient with all of our emailed questions when we were making bookings and preparing for the trip.

Thanks, Richard and Wendy (and the Kiwis, Aussies and South Africans in our group), for a great couple of weeks.

Warmest regards,
Rick and Helen.

0
Kerry Oughton September 3, 2016 01:05 am

Route 66 18-25 August 2016. - Chicago to Albuquerque

We recently completed this part of Route 66 with Richard Wynkoop as our tour guide and Will Wallett as the van driver. Wow - what an awesome team!!! Richard is passionate about this Route and it showed. Every morning we would start of with a team briefing. We were told what to expect and given a bit of history on each place which he continued with throughout the day. He had a great rapport with everyone where we stopped on the way, who in return were very welcoming to us all. Will looked after us all with his quiet presence. At some stage he kept windscreens clean, endlessly stacked and unloaded our bags, kept us supplied with cold water, ensured we had a nice cold beer at the end of the day, discreetly gave us advise when he felt we weren't riding safely and made everyone feel safe with the continual presence of the big black van. Together Will and Richard set our intercoms into our helmets working late to do so, making our ride more enjoyable. Nothing was too much bother for these two.
The only thing that could have made this trip more perfect was the communication from Easyrider. We arrived from New Zealand knowing we had to buy gear from the Easyrider store. The phone number is a Californian one, so it was very difficult to get through to the correct shop or get directions and hours etc. On the itinerary it would be so much easier if all the details of this shop were included with directions and an address as it took us a couple of days to find it. Luckily we had the time.
Apart from this small glitch I would recommend this tour to everyone: great accommodation, great company, well organised and well worth while. A shame we didn't have the time to do the whole route!
Mark and Kerry Oughton, New Zealand.

0
Loading...